Il marchio rappresenta la personalità di un’azienda. È ciò che fa pensare a voi quando sentono il vostro nome o vedono il vostro logo. Il branding è un investimento importante ed è ciò che renderà il marchio di successo sul mercato.

Utilizzare nomi di marchi facili da pronunciare e da scrivere.

Quando scegliete il nome di un marchio, dovete tenere conto di come i vostri clienti lo pronunceranno e lo sillaberanno. Deve essere facile da pronunciare e da scrivere correttamente. Inoltre, non deve essere né troppo lungo né troppo corto, ma piuttosto una via di mezzo. Una buona regola è che il nome non deve contenere più di tre sillabe, se possibile.

Se il vostro prodotto è nuovo o innovativo, è possibile che nella sua categoria esista già un marchio affermato che è diventato sinonimo di qualità ed efficacia. Ci sono diverse cose che potete fare per garantire che il vostro nuovo prodotto non soffra di essere associato a un produttore meno conosciuto:

  • Assicurarsi di non creare un nome di marca troppo complicato. L’allitterazione può essere efficace e persino divertente, ma evitate di esagerare aggiungendo lettere o suoni supplementari solo per il gusto di sembrare più sofisticati o professionali (ad esempio, “VUAU” contro “Vuau”). Questo può creare confusione tra i consumatori, che non sanno in cosa si stanno imbarcando quando devono prendere una decisione d’acquisto, vanificando uno degli scopi principali dell’avere un’identità unica fin dal primo giorno!

Ricerca di parole con connotazioni positive in diverse lingue.

Il nome deve essere facile da pronunciare, da scrivere e da ricordare.

Deve essere commerciabile. Non può assomigliare al nome di un concorrente.

Assicurarsi che il nome non sia troppo simile a quello di un altro marchio.

Il nome della vostra azienda è la prima cosa che le persone vedranno e deve essere memorabile. Dovrebbe anche aiutarvi a capire che tipo di azienda siete e di cosa vi occupate. Ad esempio, se la vostra azienda produce gioielli di alta gamma, il nome dovrebbe suonare come qualcosa che una persona ricca acquisterebbe, come “Luxury Diamonds” o “Royal Diamonds”.

Quando si sceglie il nome di un’azienda, occorre tenere presenti diversi aspetti:

  • Non usare nomi troppo simili a un marchio esistente (ad esempio, non chiamare la tua azienda di software “Google”).
  • Non scegliete un nome troppo lungo (ad esempio, non chiamatevi “Advanced Search Engine Optimization Technology Solutions”).
  • Mantenete l’ortografia semplice (questo vale per qualsiasi lingua). Se esiste un modo alternativo di scrivere il nome senza cambiarne il significato (“SEO” vs “Seo”), scegliete quello più facile da capire per le persone!

Un servizio di branding deve essere attento alle esigenze dei suoi clienti e a ciò che farà sì che il nome del marchio abbia successo sul mercato.

Quindi: Un servizio di branding deve essere attento alle esigenze dei suoi clienti e a ciò che renderà il marchio di successo sul mercato.

A dire il vero, un servizio di branding può assistervi in molti aspetti diversi della vostra attività, ma ci sono alcune cose che devono essere fatte da soli per garantire il successo.

Conclusioni

Un buon marchio è la pietra miliare di ogni campagna di marketing di successo. È importante sviluppare un nome che rifletta gli obiettivi, i valori e la personalità della vostra azienda. Il nome giusto può aiutare a costruire la vostra attività attirando i clienti e costruendo la fedeltà al marchio.